Menu

Il creativo duo artistico di Houston svela il nuovo mondo tecnologico sognante nella destinazione più calda del centroIl creativo duo artistico di Houston svela il nuovo mondo tecnologico sognante nella destinazione più calda del centro

Aclever, duo con sede a Houston ha svelato una nuova esperienza di arte digitale al centro più caldo del centro. Il tecnologo creativo Billy Baccam e l’artista multidisciplinare Alex Ramos, fondatori di Input Output Creative Media Lab, hanno lanciato “Simulation”, la prima residenza artistica al Post Houston. Lo spettacolo dura fino al 30 giugno.

Il team creativo ha trasformato parte dell’X atrium di POST Houston in un creative media lab. Lì, Baccam e Ramos hanno sperimentato vari tipi di tecnologie emergenti per prototipare e sviluppare esperienze artistiche.

I mezzi in mostra includono la mappatura di proiezione, la stampa 3D, il monitoraggio del corpo, la visione della telecamera, la realtà aumentata, i LED e la simulazione al computer, secondo un comunicato stampa.

Il layout “Simulazione” utilizza la parete di vetro come interfaccia per il pubblico di sperimentare l’arte. Internamente, gli spettatori possono vedere una fusione di macchinari, fili, aggeggi e gadget simili al funzionamento interno di un computer.

Esternamente, gli spettatori possono esplorare e interagire con l’arte attraverso la parete di vetro tramite sensori di tracciamento del corpo, realtà aumentata tramite codici QR e semplicemente guardando. Vari libri, film e altri cimeli sono stati sparsi in tutto lo spazio per mostrare l’ispirazione sul tema delle simulazioni e la loro influenza sulla cultura, note di rilascio.

“Siamo super entusiasti di poter condividere l’arte su cui abbiamo diligentemente lavorato per la ‘Simulazione’”, osserva il team in una dichiarazione. “Siamo stati in grado di esplorare una varietà di nuovi mezzi come la stampa 3D e la realtà aumentata, mentre abbiamo anche la possibilità di approfondire i nostri lavori precedenti basati su projection mapping, interattività e simulazioni al computer. Mentre continuiamo a creare, imparare e iterare, i pezzi si evolveranno anche per riflettere la nostra crescita. Ringraziamo il pubblico per essersi impegnato con il nostro lavoro e aver creato momenti di gioia e meraviglia.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Post correlato